la mia Vita

innanzitutto… perchè questo blog?

…quando di blog, in questo mondo, se ne è ormai perso il conto? Beh, perchè mi sono reso conto che in realtà nessuno sa con precisione chi io sia e cosa io faccia. Certe volte nemmeno i miei amici :S

chi sono, quindi?

Mi definisco spesso “ingegnere mancato”. Sono un uomo di scienza (da piccolo sognavo di diventare uno scienziato… oggi mi accontento di questo). Mi occupo di informatica: sono un progettista e programmatore di software (anche se, spesso, mi capita anche di occuparmi di hardware, firmware incluso). Per un periodo mi sono erroneamente definito programmatore di videogames, visto che avevo una società che si occupava principalmente di questo, anche se in realtà io ero quello che programmava le infrastrutture: cioè gli attrezzi e gli strumenti grazie ai quali altre persone sviluppavano il videogioco vero e proprio.

Sono anche uno specialista di sistemi: mi occupo di sistemi embedded, basati su linux. Progetto anche soluzioni per l’automazione industriale e di processi, sistemi multimediali per l’entertainment, sistemi per l’analisi di dati, piccoli automatismi per la domotica…

Programmo (o mi è capitato di programmare) in quasi tutti i maggiori linguaggi e ambienti: C, C++, Java, PHP, Lua, javascript, actionscript, bash scripting, assembler… In pratica programmo tutti ciò che mi capita a tiro.

storia (antica…)

Mi sono occupato di informatica (direi soprattutto per passione) fin da quando, a 10 anni, mio padre mi regalò il mio primo home computer: un Commodore 16. Devo dire che fin da piccolo sono stato sempre molto interessato alla scienza e alla tecnologia, ma francamente a quell’età (nonostante ne fossi già inevitabilmente e indissolubilmente affascinato) di computer non ci capivo ancora un tubo 🙂 .

Poi col tempo ebbi modo di fare i miei primi esperimenti col basic, e sentendo di aver bisogno di una macchina un pò meno limitata, verso i 12 anni mi fu gentilmente regalato un Commodore 128, che usavo in modalità C=64 per giocare, e in quella C=128 per i miei esperimenti di programmazione.

E nel ’92, quando avevo sedici anni, arrivò il mio primo Amiga: un A600. Da quel momento cominciai a percepire di stare diventando davvero bravo. Studiavo i fondamenti di programmazione a scuola (frequentavo il terzo anno di Informatica, all’ITIS), e mentre a scuola scrivevamo sorgenti in Pascal, a casa (a differenza dei miei compagni, che preferivano pazzià ‘o pallone) con alla mano il Corso di Assembler di Fabio Ciucci affrontavo con piacere l’assembler del 68000, e mi divertivo sviluppando le mie prime cose in Amos Pro e in Blitz Basic. Da quel momento iniziai a scoprire la vera multimedialità (avete capito bene: nonostante fosse il ’92, disponevo di strumenti in grado di gestire perfettamente musica, suoni e grafica in perfetta armonia, appoggiati su un sistema splendidamente multitasking, e il tutto capace di girare su una CPU clockata a 14 MHz. Avevo un Amiga… mica un fetente di PC?! 😀 )

E così, mentre mi crogiolavo beato nella mia consapevolezza di appartenere ad una razza eletta, e mentre mi divertivo alle spalle dei miei coetanei e di tutti quelli che pensavano che l’informatica significasse combattere con blocchi di sistema, schermi-blu-della-morte, incompatibilità hardware, vergognose prestazioni, e infine comprare una macchina per sentirsi dire dal “fornitore del software” come e cosa poter fare o non fare, io andavo avanti, scoprivo come funzionassero i software nell’interno, ne carpivo i segreti e la tecnica. Ho fatto modding prima ancora che ne fosse coniato il termine, dotando un A1200 di una CPU potenziata e una maggiore quantità di RAM, estraendone la main board dal suo naturale alloggiamento (la tastiera) e posizionandola in un case per comuni PC, e dotandola infine di hard disk da 3,5″ e di un lettore CDROM (tralascio per brevità i particolari riguardo la riverniciatura, la rimodellazione dei particolari in plastica, l’adattamento del case… magari un giorno, for the sake of devotion, pubblicherò le foto dei particolari)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...